News

Rottamazione, versamenti al 2 dicembre per 1,8 mln di contribuenti

 

Entro il prossimo 2 dicembre oltre 1,8 milioni di contribuenti che hanno alla “rottamazione-ter” e al “saldo e stralcio” dovranno versare la rata prevista dal loro piano dei pagamenti (la scadenza del 30 novembre, coincidente con la giornata del sabato, slitta al lunedì successivo). In particolare, la scadenza riguarda il pagamento della prima rata di circa 385 mila contribuenti che hanno aderito al “saldo e stralcio” e di circa 267 mila “ritardatari” della “rottamazione-ter”, cioè chi ha usufruito della riapertura dei termini fino al 31 luglio 2019 per presentare la domanda (la scadenza iniziale era fissata al 30 aprile 2019). A questa platea si sono aggiunti circa 1 milione 170 mila contribuenti che hanno aderito alla “rottamazione-ter” entro il 30 aprile, compresi, a norma del Decreto Fiscale (DL 124/2019), coloro che non hanno versato la prima rata scadente lo scorso 31 luglio.

 

A partire dall'11 novembre sono attivi sul sito dell'Agenzia delle entrate-Riscossione due nuovi servizi relativi alla procedura di definizione agevolata: il servizio che consente di richiedere la copia della “Comunicazione delle somme dovute”, la lettera già inviata ai contribuenti con il conto degli importi da pagare e i relativi bollettini, e il servizio “ContiTu”che consente di scegliere quali degli avvisi o cartelle contenuti nella “Comunicazione” si vogliono effettivamente pagare ricalcolare l’importo dovuto.

Per i restanti debiti riportati nella “Comunicazione” che non saranno oggetto di versamento, la definizione agevolata non produrrà effetti e l’Agente della riscossione dovrà riprendere le azioni di recupero. Dopo aver confermato la scelta, Agenzia delle entrate-Riscossione invierà all’indirizzo email indicato dal contribuente i nuovi bollettini con cui sarà possibile effettuare il pagamento entro le scadenze previste.

 

Leggi dopo