News

Società in house providing, niente detrazione sisma bonus per interventi su case locate a terzi

L’Agenzia delle Entrate ha risposto all’interpello di una società "in house providing" in tema di detrazioni per interventi di riqualificazione energetica, ristrutturazione edilizia e riduzione del rischio sismico.

 

L’Agenzia ha osservato che le detrazioni previste per gli interventi di efficienza energetica e per gli interventi di adozione di misure antisismiche sono usufruibili anche dagli Istituti autonomi per le case popolari, comunque denominati, nonché dagli enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti istituti, istituiti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di in house providing se realizzati su immobili di loro proprietà ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica.

 

L'applicazione delle citate disposizioni normative presuppone, quindi, l'esistenza di due requisiti:

  • soggettivo, essendo le stesse riservate, tra l'altro, alle società che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di in house providing e che siano costituiti e operanti alla data del 31 dicembre 2013;
  • oggettivo, riguardando interventi di ristrutturazione edilizia e di efficienza energetica, su immobili di loro proprietà ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica.

L'agevolazione – osserva ancora l’Agenzia – riguarda gli immobili di loro proprietà ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica. In considerazione di ciò si ritiene, pertanto, che la società istante in relazione agli interventi finalizzati alla riduzione del rischio sismico sugli altri fabbricati locati a terzi non possa fruire delle detrazioni del cd. sisma bonus.

Leggi dopo