News

Spesometro, trasmessi i dati di 1,5 miliardi di fatture

Un miliardo e mezzo. A tanto ammonta il numero di fatture i cui dati sono stati trasmessi ai fini del nuovo Spesometro 2017. A rendere noti i dati è stato ieri il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, ascoltato in audizione dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul livello di digitalizzazione e innovazione delle pubbliche amministrazioni e sugli investimenti complessivi riguardanti il settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

 

“Relativamente alla prima trasmissione dei dati delle fatture, avvenuta ad ottobre 2017 per i dati del 1° semestre 2017”, ha spiegato il numero uno del Fisco, “sono state ricevute le informazioni relative a circa 1,5 miliardi di fatture, di cui circa il 75% provenienti dalle interfacce con i sistemi gestionali dei contribuenti e dei loro intermediari e il 25% trasmesse attraverso il portale web. Tali dati sono attualmente in corso di elaborazione ai fini dell’invio ai contribuenti delle comunicazioni di alert”.

 

In virtù dei noti problemi di malfunzionamento della piattaforma web che consente di trasmettere i dati, verificatisi a settembre scorso e causa della proroga dei termini di invio, l’Agenzia delle Entrate sta studiando come evitare gli errori del passato.  

 

In previsione della prossima scadenza di trasmissione dei dati delle fatture del 2° semestre 2017, prevista entro febbraio 2018”, ha aggiunto Ruffini, “l’Agenzia congiuntamente con Sogei ha individuato una serie di aree di miglioramento dei servizi realizzati, raccogliendo a tale scopo le proposte dei professionisti e delle associazioni di categoria”.

Leggi dopo