News

Tax credit cinema, via libera alla cessione alla consolidante

Nell'ambito del consolidato, la consolidante può cedere i crediti d'imposta previsti per le imprese cinematografiche alla consolidante affinché possa utilizzarli in compensazione con l’IRES del gruppo (Risp. AE 13 giugno 2019 n. 191).

 

Sebbene i bonus in questione (artt. 17, 18 L. 220/2016) non possano essere ceduti a soggetti diversi da quelli espressamente indicati dalla legge (intermediari bancari, ivi incluso l’Istituto per il credito sportivo, finanziari e assicurativi sottoposti a vigilanza prudenziale), le Entrate ritengono che il trasferimento all'interno del gruppo, in favore della consolidante, sia consentito purché:

  • ai soli fini della compensazione con l’IRES del gruppo;
  • per la parte non eventualmente utilizzata dalle singole società per l’assolvimento di altri tributi.

 

Tale operazione, per l'amministrazione finanziaria, non configura una vera e propria cessione a terzi del credito d’imposta, ossia di un contratto tra un creditore (cedente) ed un soggetto terzo (cessionario) mediante il quale il primo trasferisce - a titolo oneroso o gratuito - al secondo il diritto di credito che vanta nei confronti del proprio debitore (ceduto). Configura, invece, il trasferimento del credito d’imposta al consolidato fiscale cui partecipa la consolidata, nell’ambito di un sistema di tassazione disegnato dal legislatore al fine di consentire la determinazione di un reddito imponibile unico e di abbattere l’IRES di gruppo anche attraverso l’utilizzo in compensazione dei crediti e delle eccedenze d’imposta trasferiti dalle imprese che vi aderiscono.

 

In caso contrario, se si negasse alla consolidata la possibilità di cedere il credito d’imposta al consolidato, verrebbe meno per la stessa la possibilità di utilizzarlo in compensazione ai fini IRES. Si ricorda, infatti, che la consolidata non procede autonomamente alla liquidazione della propria imposta (IRES), spettando alla consolidante il calcolo del reddito complessivo e la liquidazione dell'imposta di gruppo (i.e. dell’IRES di gruppo).

 

Trasferito il credito, la consolidante potrà utilizzarlo anche oltre il limite speciale di utilizzo di 250 mila euro e il limite generale di 700.000 euro.

Leggi dopo