News

Tra gennaio e novembre 2018, entrate tributarie +1,8%

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato il primo report sulle entrate tributarie dell’anno 2019, riferito però al periodo gennaio-novembre del 2018. In quel lasso di tempo, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica sono state pari a 414.814 milioni di euro, con un incremento di 7.239 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+1,8%).

 

In merito alle imposte dirette, il gettito IRPEF si è attestato a 172.135 milioni di euro (+4.798 milioni di euro, pari a +2,9%). L’IRES è invece risultata pari a 32.056 milioni di euro (-2.693 milioni di euro, pari a –7,7%). Dall’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi nonché ritenute sugli interessi e altri redditi di capitale sono affluiti 7.726 milioni di euro (-250 milioni di euro, pari a –3,1%). Dall’imposta sostitutiva sui redditi da capitale e sulle plusvalenze è derivato un gettito pari a 1.028 milioni di euro (+206 milioni di euro, pari a +25,1%) e 929 milioni di euro (+260 milioni di euro, pari a +38,9%) sono derivati dall’imposta sostitutiva sul valore dell’attivo dei fondi pensione.

 

 

Passando alle imposte indirette, le entrate IVA sono risultate pari a 114.270 milioni di euro (+3.623 milioni di euro, pari a +3,3%); l’imposta di registro ha generato entrate per 4.500 milioni di euro (+129 milioni di euro, pari a +3,0%); l’imposta di bollo ha prodotto ricavi per 6.567 milioni di euro (+557 milioni di euro, pari a +9,3%; le tasse e imposte ipotecarie hanno fruttato gettito per 1.408 milioni di euro (-32 milioni di euro, pari a –2,2%) e i diritti catastali e di scritturato proventi per 562 milioni di euro (-10 milioni di euro, pari a –1,7%).

Leggi dopo