News

Tutela dei consumatori, il punto di Assonime

Il Documento Note e Studi n. 5 pubblicato da Assonime raccoglie le presentazioni dell’incontro di aggiornamento sugli sviluppi in tema di tutela dei consumatori organizzato dall’Associazione lo scorso 9 novembre. In particolare, il documento illustra:

  • la recente prassi decisionale dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato in applicazione del Codice del consumo. Sono individuati anche i filoni di intervento, e precisamente: la vendita diamanti per investimento tramite canale bancario; l’anatocismo mediante addebito su conto corrente; la conclusione di contratti a distanza nel settore tlc; l’inadeguata informativa ed esclusione del diritto di recesso; campagne pubblicitarie autovetture; campagne pubblicitarie fibra ottica; solleciti di pagamento morosità nel settore tlc;
  • alcune sentenze adottate dalla Corte di giustizia dell’Unione europea nel periodo 2017-2018 riguardo all’interpretazione delle direttive sulle pratiche commerciali scorrette, sui diritti dei consumatori e sulle clausole vessatorie. Nello specifico, vengono dati gli aggiornamenti giurisprudenziali in materia: nozione di professionista e di pratica commerciale Ø C-105/17, Kamenova: una persona fisica; nozione di locale commerciale nella Direttiva n. 2011/83/UE; ambito di applicazione della direttiva PCS; informazioni ai consumatori; tariffe per le comunicazioni telefoniche nella Direttiva n. 2011/83/UE; mezzi nazionali per contrastare le PC;
  • il rapporto tra la normativa in tema di pratiche commerciali scorrette e la regolazione di settore, alla luce della recente sentenza con cui la Corte di giustizia si è pronunciata su alcune questioni pregiudiziali sollevate dal Consiglio di Stato (cause riunite C-54/17  e C-55/17);
  • pacchetto europeo “A New Deal for Consumers”, che contiene due proposte legislative, rispettivamente sulle azioni rappresentative a tutela degli interessi collettivi dei consumatori – COM (2018)184 – e sulla modifica di quattro direttive in tema di interessi economici dei consumatori – COM (2018)185;
  • la proposta di legge sulle azioni di classe approvata dalla Camera dei deputati e ora all’esame del Senato (S. 844) che inserisce nel libro IV del c.p.c. un nuovo titolo VIII-bis sui ‘procedimenti collettivi’, (azione di classe e azione inibitoria collettiva); modifica elementi cruciali dell’azione di classe (legittimazione ad agire; sistema di adesione; modalità di liquidazione dei risarcimenti); introduce regole ad hoc in tema di disclosure (sul modello del D.Lgs n. 3/2017, compensi premiali, accordi transattivi).
Leggi dopo