Pianeta IVA di Renato Portale

Restituzione dell’imposta non dovuta: il nuovo articolo 30-ter introdotto dalla Legge Europea 2017

11 Dicembre 2017 |

Art. 30 ter, D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633

Rimborso IVA

Sommario

Introduzione | Restituzione dell’imposta non dovuta | Giurisprudenza unitaria e nazionale |

 

Il versamento erroneo dell’IVA può essere chiesto a rimborso dal fornitore dei beni o servizi entro il termine di due anni dal versamento o, se successivo, dal giorno in cui si è verificato il presupposto per la restituzione. Nei casi in cui l’imposta non dovuta sia applicata ad una cessione di beni o prestazione di servizi e la stessa imposta sia già accertata dall’Amministrazione finanziaria, il termine di due anni per la presentazione della domanda di restituzione da parte del cedente o prestatore si computa dall’avvenuta restituzione, anche “spontanea”, al cessionario o committente dell’importo da questo pagato a titolo di rivalsa. Questo quanto previsto dal nuovo art. 30-ter del D.P.R. n. 633 del 1972, introdotto dalla Legge europea n. 167 del 20 novembre 2017, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 27 novembre 2017, che sarà in vigore dal 12 dicembre 2017 con effetti validi anche per il passato.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >