Pianeta IVA di Renato Portale

Split payment: obblighi e adempimenti delle amministrazioni pubbliche e dei soggetti “affidabili”

 

La “scissione dei pagamenti” (o anche “split payment”) anticipa, con modalità diverse, quanto previsto nel «libro verde» sul futuro dell’IVA emesso dalla Commissione UE il 1° dicembre 2010 [atto COM(2010) 695]. L’istituto riflette la stessa logica del reverse charge, ovvero il trasferimento dell’onere di versamento dell’imposta dal fornitore all’acquirente, ma si differenzia da questo in quanto il regime dello split payment determina «un trasferimento in termini di obbligo di versamento che non comporta la traslazione della soggettività passiva» che resta in capo al fornitore (Risoluzione n. 75/E del 14 settembre 2016). Inoltre, mentre il meccanismo del reverse charge è applicabile solo se il cessionario o il committente agiscono in veste di soggetti passivi di imposta, il meccanismo dello split payment trova applicazione sia per gli acquisti effettuati in relazione alla sfera non commerciale sia per quelli inerenti all’attività di impresa.

Leggi dopo