Pianeta IVA di Renato Portale

Variazioni in diminuzione e mancato pagamento di una fattura post Stabilità

Sommario

La Direttiva IVA quale fonte | Il mancato pagamento | Procedure concorsuali e accordo di ristrutturazione | Termini differiti al 2017 per le procedure concorsuali | Comportamenti da seguire | Ristrutturazione del debito e variazione in aumento | Corrispettivo pagato successivamente | Procedura esecutiva infruttuosa individuale | Entrata in vigore delle novità |

 

Dal 1° gennaio 2016, per effetto della Legge n. 208/2015, l’art. 26 del Decreto IVA è stato integralmente sostituito. In particolare, sono previste nuove regole in caso di mancato pagamento di una fattura precedentemente emessa. Nel nuovo art. 26 è stata sostituita anche l’individuazione dei commi che segue la numerazione cardinale (1, 2, 3...) e non più quella ordinale (primo, secondo, terzo...). La nota di variazione in diminuzione, inoltre, è stata completamente svincolata dalla condizione d’infruttuosità della procedura concorsuale, chiarendo il dies a quo per operare tale variazione. Ecco illustrate le novità relative alle variazioni in diminuzione.

Leggi dopo