Quesiti Operativi

Rottamazione bis e cartelle escluse

Dalla cd. rottamazione bis sono escluse quelle cartelle che erano state inserite nell'istanza presentata nel 2017 e che poi non sono state oggetto di rottamazione per "colpa" del contribuente. Sono ugualmente escluse quelle cartelle che, seppur in un primo momento erano state incluse nell'istanza, successivamente, usufruendo della possibilità concessa da Equitalia, sono state escluse perché si è deciso di ridurre l'importo da rottamare?

 

La cd. rottamazione bis, riaperta dal D.L. n. 148/2017 (collegato fiscale alla Legge di Bilancio 2018), come si evince del dossier della Camera dei Deputati e del Senato che ha accompagnato l’iter di conversione in legge, “è aperta solo per i carichi che non sono già stati inclusi nella precedente domanda di definizione agevolata, con la sola eccezione delle posizioni scartate a causa della morosità sulle vecchie dilazioni. Per questi ultimi contribuenti l’unica possibilità di accesso ai benefici di legge consiste nel pagare in un'unica soluzione, entro il 31 luglio 2018, l’importo delle rate scadute alla fine dell’anno scorso, previa presentazione della domanda entro il 15 maggio 2018”.

 

Si ritiene che per tali casistiche non sia più attuabile la riapertura, in quanto c'è già un'altra procedura in atto.

Leggi dopo