Quesiti Operativi

Visto di conformità anche per la dichiarazione integrativa

 

Dichiarazione IVA inviata con visto di conformità il 30/04/2019. Si deve inviare una dichiarazione integrativa (minor credito) sempre con il visto. È possibile avvalersi del ravvedimento operoso? Quali sono le sanzioni?

 

 

Si presume che la domanda del gentile lettore sia finalizzata a conoscere se sia possibile ravvedere il visto di conformità del professionista per la dichiarazione IVA presentata nell’aprile scorso. Nel caso in esame si ritiene che il visto debba essere presentato anche per la dichiarazione integrativa.

L'articolo 39, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 241/1997, stabilisce che ai soggetti che rilasciano il visto di conformità o l’asseverazione in maniera infedele si applica la sanzione amministrativa da 258 euro a 2.582 euro.

 

L’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 52/E del 2007 ha chiarito che il rilascio del visto infedele può essere sanato mediante ravvedimento operoso di cui all’articolo 13, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 472/1997.

Il termine entro cui ravvedersi coincide con il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno nel corso del quale la violazione è stata commessa, con riduzione della sanzione minima di 258 euro ad 1/8.

Il codice tributo per sanare l’infedele rilascio del visto è  “8925”.

Leggi dopo