Bussola

Accantonamenti

Visualizzazione ZEN

Sommario

Profili contabili e di bilancio | Principi contabili nazionali e internazionali | Profili fiscali | Riferimenti |

 

Secondo l’art. 2424-bis, c. 3, c.c., gli accantonamenti per rischi e oneri sono destinati a coprire perdite o debiti: di natura determinata; di esistenza certa o probabile; dei quali tuttavia alla chiusura dell’esercizio sono indeterminati: l’ammontare; la data di sopravvenienza. Le passività che danno luogo ad accantonamenti a fondi sono di due tipi: fondi per oneri: accantonamenti per passività certe il cui ammontare o la data di sopravvenienza sono indeterminate; fondi per rischi: accantonamenti per passività la cui esistenza è probabile, ma non certa. La distinzione determina anche una diversa contropartita a Conto Economico degli accantonamenti ai fondi stessi: fondi per oneri: altri accantonamenti (voce B13 del Conto Economico); fondi per rischi: accantonamenti per rischi (voce B12 del Conto Economico). Inoltre, ai sensi dell’art. 2423-bis, c. 1, n. 4, c.c., si deve tenere conto dei rischi delle perdite di competenza dell’esercizio anche se conosciute dopo la chiusura di questo.  

Leggi dopo