Bussola

Acconto IVA

Sommario

Inquadramento | Metodi di calcolo dell'acconto IVA | Modalità di versamento dell'acconto IVA | Soggetti operanti in particolari settori | Variazione del regime della liquidazione | Versamento dell'acconto nelle operazioni di fusione | Sanzioni | Ravvedimento operoso | Trattamento contabile | Riferimenti |

 

Soggetti passivi L’art. 6 della Legge n. 405 del 29 dicembre 1990, introduce l’obbligo, per i soggetti passivi IVA tenuti alle liquidazioni e versamenti mensili ex art. 1 del D.P.R. 23 marzo 1998, n. 100 e, liquidazioni e versamenti trimestrali ex art. 7 del D.P.R. 14 ottobre 1999, n. 542 e art. 74, comma 4, del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633, di versare entro il 27 dicembre di ogni anno l’acconto IVA. Chi non deve versare l’acconto IVA?   I soggetti passivi IVA non tenuti al pagamento dell’acconto sono:    coloro i quali hanno iniziato l’attività nel corso dell’anno di riferimento, ad esempio non dovranno versare l’acconto 2017 i soggetti che hanno aperto partita iva nel 2017; coloro che hanno cessato o cesseranno l’attività nel corso del 2017, ma prima dell’inizio del periodo di riferimento, quindi  antecedentemente al 1° dicembre se mensili,  o antecedentemente al 1° ottobre se trimestrali; coloro i quali nel periodo di riferimento prevedono di essere a credito di IVA; coloro i quali nel mese di dicembre, se mensili, dell’anno precedente o nel quarto trimestre, se trimestrali, dell’anno precedente risultavano a credito di IVA; coloro i quali hanno effettuato esclusivamente operazioni esenti o non imponibili ai fini IVA; coloro i quali non sono obbligati a effettuare le liqu...

Leggi dopo