Bussola

Ammortamento

16 Gennaio 2017 | ,
Visualizzazione ZEN

Sommario

Inquadramento | Le quote di ammortamento | Gli aspetti contabili | La rappresentazione in bilancio | Gli aspetti fiscali | Beni immateriali | Super ammortamento (Art. 1, commi 91-94, 97, L. n. 208/2015) | Iper-ammortamento | Riferimenti |

 

  L’ammortamento è il procedimento tecnico-contabile attraverso il quale il costo di un’immobilizzazione (immateriale o materiale) viene ripartito lungo la sua vita utile in modo da imputare, a ciascun esercizio rendicontato, il valore corrispondente alla parte di fattore impiegata; il procedimento in parola, se eseguito correttamente, consente quindi di distribuire il costo dei fattori produttivi pluriennali, nel pieno rispetto del principio di competenza economica, fra gli oneri sostenuti per la produzione negli esercizi in cui questi forniscono la propria utilità. Non sono soggetti ad ammortamento i fattori produttivi la cui durata è illimitata nel tempo come, ad esempio, i terreni. Per i fabbricati civili, ossia non strumentali per l’attività aziendale (acquisiti quale investimento accessorio oppure per previsioni di legge o statutarie), l’ammortamento rappresenta invece una facoltà (OIC 16, paragrafo D.XI.5).   L’ammortamento ha inizio quando il cespite è disponibile e pronto per l’uso, cessa nel momento in cui il valore residuo stimato è uguale o maggiore al valore netto contabile.   I fattori produttivi completamente ammortizzati, ma comunque ancora funzionanti, sono indicati nella nota integrativa dettagliandone il costo originario e gli ammortamenti cumulatisi.

Leggi dopo