Bussola

Apprendistato

Sommario

Nozione e tipologia | La disciplina del rapporto di lavoro | Limiti numerici alle assunzioni di apprendisti | Le regole del contratto di apprendistato | La durata del contratto | La formazione e il piano formativo | La stabilizzazione degli apprendisti | Contributi | Accesso alla integrazione salariale | Le sanzioni amministrative | L'apprendistato in sintesi | Incentivi per il datore di lavoro | DM 12 ottobre 2015: percorsi formativi | Riferimenti |

 

  L'apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato il cui fine è quello di formare i giovani agevolandone l'assunzione. È un contratto a tempo indeterminato con un periodo di formazione a tempo determinato. Il D.Lgs. 167/2011 prima e successivamente il D.Lgs. 81/2015 definisce il contratto di apprendistato come “un contratto a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all'occupazione dei giovani”. Possono essere assunti con contratto di apprendistato i giovani compresi tra 15 e 29 anni di età. Per alcune attività, a cicli stagionali, i contratti collettivi nazionali di lavoro possono prevedere specifiche modalità di svolgimento del contratto, anche a tempo determinato (apprendistato professionalizzante).  Il contratto di apprendistato può espletarsi secondo tre distinte tipologia, ciascuna con proprie peculiarità giuridiche e percorsi formativi diversi: apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore;  apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere; apprendistato di alta formazione e ricerca. Finalità dei percorsi formativi Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il...

Leggi dopo