Bussola

Associazioni e società sportive dilettantistiche

11 Settembre 2018 |

Sommario

Associazioni e società sportive dilettantistiche | Vincoli statutari per il riconoscimento delle società e associazioni sportive dilettantistiche | Le società Sportive dilettantistiche "lucrative" | Aspetti fiscali delle società sportive dilettantistiche lucrative | Il lavoro nelle società sportive dilettantistiche lucrative | Il CONI | Il Registro Nazionale delle associazioni e società sportive dilettantistiche | Aspetti fiscali | Agevolazioni a carattere generale | Il regime forfettario per gli enti non commerciali | Agevolazioni a carattere speciale per le associazioni e gli enti associativi | Agevolazioni a carattere "esclusivo", che rilevano le disposizioni in materia destinate alle associazioni che hanno ad oggetto lo sport dilettantistico. Il regime della L. n. 398/1991 | Annotazione dei proventi e tenuta delle fatture | Mancato adempimento degli obblighi di cui alla L. n. 398/1991 e la Circolare n. 9/2013 | Modello EAS | Obbligo di tracciabilità dei pagamenti e versamenti delle ASD | Regime per cassa dal 1° gennaio 2017 | I compensi erogati per attività sportiva | Credito di imposta per spese di ammodernamento degli stadi | Trasformazione di associazione sportiva dilettantistica non riconosciuta in società sportiva di capitali dilettantistica | Riferimenti |

 

  L'art. 90, L. n. 289/2002 è il punto di riferimento normativo nella materia di attività sportiva dilettantistica. L'articolo in questione regolamenta i requisiti che le associazioni e le società sportive dilettantistiche devono presentare al fine di ottenere i benefici fiscali ad esse riservati. La disposizione cardine del sistema sportivo dilettantistico sta nelle clausole che devono essere recepite nello Statuto o nell'Atto Costitutivo degli enti (art. 90, c. 18), pena la mancata iscrizione nel Registro del CONI e il venir meno la possibilità di fruire delle agevolazioni ad essa connesse. Altra condizione per godere dei vantaggi fiscali è l'inserimento della denominazione "sportiva dilettantistica" (art. 90, c. 17).   Le associazioni sportive dilettantistiche che operano prevalentemente a favore di soggetti svantaggiati (relativamente a condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali e familiari), in possesso dei requisiti di cui al D.Lgs. n. 460/1997, che hanno ottenuto l'iscrizione nell'anagrafe delle Onlus presso le Direzioni Regionali dell'Agenzia delle Entrate, possono fruire di ulteriori agevolazioni fiscali rispetto agli ordinari enti sportivi dilettantistici.  Tra i punti di distinzione rispetto alle società di capitali "lucrative" è rilevante il divieto di dist...

Leggi dopo