Bussola

Attività del collegio sindacale

01 Dicembre 2017 |

Sommario

Inquadramento | Doveri e obblighi | Riunioni | Nomina e cessazione coattiva | Dimissioni | Società per azioni | Società a responsabilità limitata | Società cooperativa | Introduzione delle nuove norme di comportamento del collegio sindacale | Riferimenti |

 

Il nostro ordinamento prevede che all’interno delle società di capitali e delle società cooperative, vi sia una figura in grado di vigilare sul rispetto dei principi di corretta amministrazione, nonché sull’adeguatezza della struttura organizzativa, amministrativa e contabile: il collegio sindacale. La nomina dell’organo di controllo, tuttavia, non è obbligatoria per tutte le società; infatti, se per le società per azioni l’art. 2397 c.c. ne sancisce la presenza, lo stesso non può dirsi per le srl e per le società cooperative. Per quest’ultime società, il Legislatore ha imposto la presenza del collegio sindacale (o sindaco unico) solo al verificarsi di determinate condizioni (artt. 2477 e 2543 c.c.). In particolare, la nomina dell’organo di controllo è obbligatoria se la società ricade in una delle seguenti ipotesi: è tenuta alla redazione del bilancio consolidato; controlla una società obbligata alla revisione legale dei conti; per due esercizi consecutivi sono superati due dei limiti imposti per la redazione del bilancio abbreviato di cui all’art. 2435-ter.   In evidenza: Bilancio abbreviato Ai sensi degli art. 2435-bis e 2477 c.c., il collegio sindacale è obbligatorio quando per due esercizi consecutivi si superano due dei seguenti limiti: totale attivo dello stato patri...

Leggi dopo