Bussola

Attività del collegio sindacale

23 Dicembre 2015 |

Sommario

Inquadramento | Doveri e obblighi | Nuove disposizioni introdotte nell’anno 2014 | Riunioni | Nomina e cessazione coattiva | Dimissioni | Società per azioni | Società a responsabilità limitata | Società cooperativa | Introduzione delle nuove norme di comportamento del collegio sindacale | Riferimenti |

 

Il nostro ordinamento prevede che all’interno delle società di capitale e delle società cooperative,  vi sia una figura che sia in grado di vigilare sul rispetto dei principi di corretta amministrazione, nonché sull’adeguatezza della struttura organizzativa, amministrativa e contabile: il collegio sindacale. Il legislatore, però, ha riformato la tesi secondo cui il collegio sindacale fosse di egual importanza, all’interno della società, come l’assemblea dei soci e il consiglio amministrativo prevedendo così,  l'esistenza delle stesse società esistessero anche senza il collegio sindacale; in questo modo l'autonomia statutaria ha avuto la possibilità di utilizzare sistemi alternativi quali: modello dualistico di tipo germanico; modello monistico di origine anglosassone. La sola obbligatorietà da parte delle imprese societarie di nominare un collegio sindacale si ha, come cita l’art. 2543 c.c., ‹‹… nei casi previsti dal secondo e terzo comma dell'articolo 2477 c.c., nonché quando la società emette strumenti finanziari non partecipativi ››.   In evidenza: requisiti obbligatorietà Ai sensi degli art. 2435-bis e 2477 c.c., il collegio sindacale è obbligatorio quando: la nomina è stabilita nell'atto costitutivo; per due esercizi consecutivi si superano due dei seguenti limiti: - t...

Leggi dopo