Bussola

Avviso di accertamento

28 Settembre 2017 |

Sommario

Emissione, contenuto dell’avviso di accertamento | Norme a tutela del contribuente | Invalidità dell’avviso | Definitività dell’Avviso di accertamento | Termine per l'accertamento | Fac simile Avviso d’Accertamento esecutivo | Rottamazione ed avvisi di accertamento | Definizione agevolata delle liti avverso avvisi di accertamento | Riferimenti |

 

  Propedeutica all’emissione dell’avviso di accertamento è l’attività di controllo dell’Amministrazione finanziaria che può consistere in un mero riscontro cartolare delle dichiarazioni presentate dai contribuenti (c.d. controllo formale sulle dichiarazioni) oppure concretizzarsi in una attività di indagine più specifica (c.d. controllo di merito).   L’emissione dell’avviso di accertamento rappresenta, infatti, il momento terminale della verifica operata da parte degli uffici finanziari (Agenzia Entrate e del Territorio, Guardia di finanza) mediante il quale vengono rielaborati gli elementi e le informazioni reperite, anche mediante l’ausilio della Guardia di Finanza, dai quali emergono eventuali imponibili non dichiarati.   Generalmente l’attività di accertamento si articola nelle seguenti fasi: selezione dei soggetti da sottoporre a controllo ed acquisizione degli elementi fiscalmente rilevanti (cd. fase di iniziativa); selezione dei dati e degli elementi su cui l’accertamento deve fondarsi (cd. fase istruttoria); individuazione del contenuto dell’atto (cd. fase accertativa decisoria); notifica dell’atto (cd. fase integrativa dell’efficacia).   Va da se che l’accertamento può contemplare tutte le imposte del sistema tributario. Pertanto, in riferimento alle imposte dirette, ...

Leggi dopo