Bussola

Cambiale tratta

04 Gennaio 2015 | ,

Sommario

Introduzione | Caratteristiche del titolo | L’accettazione | La marca da bollo | L’avallo | La girata | Il pagamento | Sconto degli effetti | Riferimenti |

 

La tratta, come il pagherò, consente di rinviare ad una certa data il pagamento di un debito, consentendo all’obbligato cambiario non solo di non privarsi nell’immediato di liquidità, ma anche di procurarsi la somma necessaria nel caso non dovesse possederla. Il prenditore, dal canto suo, oltre a conservare il titolo per presentarlo all’incasso alla scadenza, potrà farla circolare estinguendo un proprio debito senza privarsi di liquidità, salvo il caso in cui né il trattario, né il traente saldino il quantum debeatur alla scadenza. Le parti coinvolte L’emissione della cambiale tratta vede coinvolti tre soggetti: il traente è colui che stacca la cambiale e che ordina ad un suo debitore di pagare un suo creditore; il trattario è il debitore del traente, il quale dovrà accettare di pagare anzicchè il suo diretto creditore (il traente) un altro soggetto; il prenditore (o beneficiario) è colui che riceve il titolo, e soddisferà il credito che ha nei confronti del traente con il pagamento eseguito dal trattario (salvo che quest’ultimo non onori il proprio debito).

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento