Bussola

Compensi ad amministratori

Sommario

Introduzione | Modalità di remunerazione | Aspetti fiscali per la società | Aspetti contributivi e assicurativi del compenso | Trattamento di fine mandato | Compenso nelle società di persone | Riferimenti |

 

  Tra i diritti dell’amministratore di società vi è sicuramente quello del compenso per la propria opera prestata. L’onerosità dell’attività di amministratore di società è specificatamente prevista dal codice civile nel caso di amministratore di società di capitali (art. 2389 c.c.) e confermata dalla giurisprudenza, la quale è stata sovente chiamata a decidere anche sulla misura del compenso, qualora questo non fosse stato determinato dallo Statuto o dall’assemblea dei soci.  In generale possiamo rappresentare:  Attività di amministratore di  società di capitali  Prestazione a titolo oneroso Regola generale  Prestazione a titolo gratuito Se prevista dallo statuto e/o Se specificatamente concordata con l’amministratore   Ai fini della determinazione del compenso dell’amministratore la normativa civilistica prevede che questo sia determinato dallo statuto o dall’assemblea dei soci. Determinazione del compenso dell’amministratore (art. 2389 c.c.) Statuto  (art. 2364 co. 1 n.6 c.c.) Assemblea dei soci (se non determinato dallo statuto)   Qualora lo statuto preveda particolari incarichi, quali l’amministratore delegato o Presidente del Consiglio d’Amministrazione il compenso è determinato dal Consiglio d’Amministrazione sentito il parere del collegio sindacale. L’ar...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento