Bussola

Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA

28 Settembre 2018 |

Sommario

Introduzione | Soggetti obbligati ed esonerati | Scadenziario e modalità di trasmissione | Modello liquidazioni periodiche IVA | Aspetti sanzionatori | Crediti d’imposta | Riferimenti |

 

  Il D.L. n. 193/2016 ha introdotto (con l’art. 21-bis al D.L. n. 78/2010) il nuovo adempimento di Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA, che siaffianca alla comunicazione dei "Dati Fatture", adempimento questo, rivisto dallo stesso Decreto.
  Con tale strumento l’Agenzia delle Entrate è in grado di confrontare i dati contenuti nella comunicazione dei dati delle fatture, con le risultanze della liquidazione IVA e, in base alle relative scadenze, con i versamenti effettuati dal contribuente con modello F24. Nel caso che i dati manifestino delle incoerenze, la stessa Agenzia, provvede a effettuare una comunicazione al fine di consentire di fornire una giustificazione dell’incoerenza ovvero di correggere l’errore o l’omesso versamento avvalendosi del ravvedimento operoso.   La norma, testualmente, obbliga alla “comunicazione dei dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche dell'imposta effettuate ai sensi dell'art. 1, commi 1 e 1‐bis, del D.P.R. 23 marzo 1998, n. 100, nonché degli artt. 73, comma 1, lett. e), e 74, comma 4, del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633”.   La comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA, va presentata anche nell’ipotesi di liquidazione a credito.   Tale adempimento non modifica i termini di versamento ordinari delle...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

News

News

Su Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA

Vedi tutti »

Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

Su Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA

Vedi tutti »

Pianeta IVA

Pianeta IVA

Su Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA

Vedi tutti »

Le Bussole correlate >