Bussola

Conciliazione giudiziale

Sommario

Inquadramento | Conciliazione totale o parziale | Proposta di conciliazione in "udienza" e fuori "udienza" | Effetti del Perfezionamento ante-riforma | Effetti del Perfezionamento post-riforma | Rateizzazione delle somme dovute e mancato pagamento | Trattamento contabile | Riferimenti |

 

La conciliazione è quell’istituto deflattivo con cui viene data la possibilità alla parte ricorrente e a quella resistente di estinguere, totalmente o parzialmente, una lite pendente dinnanzi alla commissione tributaria provinciale sino alla prima udienza, fino all’entrata in vigore delle novità introdotte dal D.Lgs. 156/2015. Infatti, dal 1° Gennaio 2016 è possibile ricorrere alla conciliazione anche in appello.   Le novità, analizzate nella Circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 38/E/2015, che interesseranno l’istituto dal 2016 non riguardano solo l’ambito operativo (estendendo fino all’appello la possibilità di accesso alla procedura), ma anche: l’ambito sanzionatorio; il perfezionamento della procedura; la rateizzazione degli importi dovuti; le spese della lite per mancata accettazione dell’accordo.

Leggi dopo