Bussola

Concordato fallimentare

07 Agosto 2013 |

Sommario

Introduzione | Principali caratteristiche | Concordato con assunzione, con garanzia | Riferimenti |

 

Il fallimento è una procedura concorsuale che riguarda la totalità dei beni facenti parte di un’impresa. La sentenza dichiarativa di fallimento viene emessa dal Tribunale competente rispetto alla sede legale qualora sia manifesto lo stato d’insolvenza, così come definito dall’articolo 5 della Legge Fallimentare, dell’azienda e siano rispettati determinati parametri dimensionali. In generale possono essere dichiarati falliti: le persone fisiche che svolgano un’impresa individuale; le società di persone o capitali; altri enti I parametri  dimensionali prima citati si riferiscono a:
- Attivo patrimoniale;
- Ricavi lordi;
- Ammontare dei debiti. Gli Organi della procedura fallimentare sono: il Tribunale fallimentare; il Giudice Delegato; il Curatore; il Comitato dei Creditori. Al termine degli adempimenti previsti dalla Legge per la procedura fallimentare ed ove ricorra una delle motivazioni che verranno riportate nella sottostante tabella, evidenziando che la procedura fallimentare non può estinguersi a causa dell’inattività delle parti. In alcuni casi è possibile che la procedura venga riaperta. Schema riepilogativo:   Motivi di chiusura Articoli Legge Fallimentare Cause Riapertura fallimento Ripartizione finale attivo        Art. 118 c.1 n.3   Attrav...

Leggi dopo