Bussola

Consignment stock

Sommario

Inquadramento giuridico | Aspetti fiscali - IVA | Riferimenti |

 

Il contratto di consignment stock è un contratto atipico, spesso utilizzato nel commercio internazionale, che si sostanzia in un contratto di fornitura con effetti traslativi della proprietà differiti. In particolare:
P.S. Il passaggio di proprietà è quindi traslato dal momento della consegna al momento del prelievo. Vantaggi per il compratore poter disporre delle merci di cui necessita in qualsiasi momento; poter  differire il pagamento delle stesse nel momento in cui effettivamente le utilizza, ossia nel momento in cui le preleva dal magazzino. Vantaggi per il venditore Conseguimento di risparmi sia in termini di produzione che di logistica: la produzione e l’invio di grossi quantitativi di merce comporta l’ottimizzazione e la riduzione dei costi di gestione delle spedizioni e la realizzazione di economie di scala; Abbattimento dei costi di magazzinaggio: questi, per il periodo di stoccaggio nel magazzino del compratore, sono infatti a carico di quest’ultimo; Miglior programmazione delle forniture ai clienti.   In evidenza: analogie con il contratto estimatorio Un contratto analogo al consignment stock, nell’ordinamento italiano, è il contratto estimatorio che viene definito dall’1556 c.c.: “Con il contratto estimatorio una parte consegna una o  più  cose  mobili al...

Leggi dopo