Bussola

Conti d’ordine

11 Settembre 2017 | ,

Sommario

Inquadramento | Le tipologie di conti d’ordine | La rappresentazione in bilancio | La valutazione | Le informazioni integrative | Gli aspetti fiscali | Le novità del Decreto bilanci | Riferimenti |

 

I conti d’ordine sono scritture minori o supplementari chiamate a rilevare fatti gestionali che, pur non incidendo immediatamente sul capitale di funzionamento e sul reddito dell’esercizio, potrebbero incidervi nel futuro o, comunque, essere rilevanti per la loro migliore comprensione.
Sul piano civilistico sono richiamati dal penultimo comma dell’art. 2424 c.c. Questo dispone che «in calce allo stato patrimoniale devono risultare le garanzie prestate direttamente o indirettamente, distinguendosi fra fideiussioni, avalli, altre garanzie personali e garanzie reali, ed indicando separatamente, per ciascun tipo, le garanzie prestate a favore di imprese controllate e collegate, nonché di controllanti e di imprese sottoposte al controllo di queste ultime; devono inoltre risultare gli altri conti d’ordine».
Non esistono obblighi particolari, al di fuori dell’epilogo in calce allo stato patrimoniale, inerenti la forma e le modalità della loro registrazione; per le realtà di maggiori dimensioni o con maggiore utilizzo dei conti d’ordine è consigliabile il ricorso al metodo della partita doppia.

Leggi dopo