Bussola

Controlled Foreign Companies

17 Gennaio 2019 |

Sommario

Inquadramento | Evoluzione normativa del regime delle Controlled Foreign Companies (CFC) | Ambito di applicazione | Parametri di valutazione | Modalità di individuazione dei regimi fiscali privilegiati ante D.Lgs. 142/2018 | Le esimenti | Determinazione del reddito estero da imputare al socio | Accertamento e controlli sulle partecipazioni CFC | La tassazione degli utili provenienti da regimi fiscali privilegiati | Istanze di interpello CFC | Obbligo di segnalazione in dichiarazione dei redditi | Credito d’imposta estero | Riferimenti |

 

  L’art. 167 T.U.I.R. prevede che se un soggetto residente in Italia detiene, direttamente o indirettamente, il controllo di un soggetto localizzato in Stati con regime fiscale privilegiato (paradisi fiscali), i redditi conseguiti da quest’ultimo vanno imputati per trasparenza, a prescindere dall’effettiva distribuzione, al contribuente italiano, in proporzione alle partecipazioni detenute.  

Leggi dopo