Bussola

Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Sommario

Inquadramento | Requisiti dei beni agevolabili | Periodi interessati e misure dell’agevolazione | Utilizzo del credito d’imposta | Revoca e controlli | Esempi di calcolo | Riferimenti |

 

  La scheda esamina la disciplina dell'art. 18 del D.L. 91/2014, convertito con modificazioni dalla L. 11 agosto 2014, n. 166. L’agevolazione riguarda gli investimenti effettuati nel periodo che va dalla data di entrata in vigore della norma fino al 30 giugno 2015. Pertanto interessa il periodo 25 giugno 2014 – 30 giugno 2015.   Ambito soggettivo La misura agevolativa è rivolta, ai sensi del comma 1 dell’art. 18 del D.L. 91/2014, ai titolari di reddito d’impresa che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi compresi nella divisione 28 della tabella ATECO 2007 destinati a strutture produttive ubicate in Italia.   Per quanto detto sopra, purché titolari di reddito d’impresa, possono accedere al credito d’imposta tutti i soggetti indipendentemente da: Natura giuridica Dimensione aziendale Settore economico di appartenenza Regime contabile adottato Data di inizio dell’attività      In evidenza: Sono comunque ammessi alla fruizione del credito, le stabili organizzazioni di società estere presenti nel territorio dello Stato, nonché gli enti non commerciali per l’attività commerciale eventualmente esercitata     N.B. i soggetti che svolgono attività industriali a rischio incidenti sul lavoro, possono usufruire del credito d’imposta, qualora spettante, solo se provano di a...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Focus

Focus

Su Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Vedi tutti »

Guide agli adempimenti

Guide agli adempimenti

Su Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Vedi tutti »

Circolari per i clienti

Circolari per i clienti

Su Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Vedi tutti »