Bussola

Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Sommario

Inquadramento | Requisiti dei beni agevolabili | Periodi interessati e misure dell’agevolazione | Utilizzo del credito d’imposta | Revoca e controlli | Esempi di calcolo | Riferimenti |

 

Ambito soggettivo La misura agevolativa è rivolta, ai sensi del comma 1 dell’art. 18 del D.L. 91/2014, ai titolari di reddito d’impresa che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi compresi nella divisione 28 della tabella ATECO 2007 destinati a strutture produttive ubicate in Italia.   Per quanto detto sopra, purché titolari di reddito d’impresa, possono accedere al credito d’imposta tutti i soggetti indipendentemente da: Natura giuridica Dimensione aziendale Settore economico di appartenenza Regime contabile adottato Data di inizio dell’attività      In evidenza: Sono comunque ammessi alla fruizione del credito, le stabili organizzazioni di società estere presenti nel territorio dello Stato, nonché gli enti non commerciali per l’attività commerciale eventualmente esercitata     N.B. i soggetti che svolgono attività industriali a rischio incidenti sul lavoro, possono usufruire del credito d’imposta, qualora spettante, solo se provano di aver adempiuto agli obblighi previsti dal D.Lgs n.334/99.   Ambito oggettivo Sono agevolabili gli investimenti in beni strumentali nuovi compresi nella divisione 28 della tabella ATECO 2007 (Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate 16/11/2007). La tabella ATECO che di seguito si riporta, con riferimento alla division...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Focus

Focus

Su Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Vedi tutti »

Guide agli adempimenti

Guide agli adempimenti

Su Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Vedi tutti »

Circolari per i clienti

Circolari per i clienti

Su Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Vedi tutti »