Bussola

Cuneo fiscale

Sommario

Introduzione | Soggetti beneficiari della deduzione | Soggetti esclusi | Regola cosiddetta "de minimis" | Criterio dell’alternatività e limite massimo di deducibilità - Trattamento contabile | | Riferimenti |

 

A partire dal periodo d’imposta 2007, a seguito delle modifiche apportate dalla Legge n. 296 del 23 dicembre 2006 (Finanziaria per il 2007) all’art. 11 del D.Lgs. n. 446/1997 (di seguito “Decreto IRAP”), è stato introdotto il cosiddetto “cuneo fiscale”. Questo meccanismo, si sostanzia in una deduzione, dalla base imponibile IRAP, di un ammontare corrispondente a parte del costo del personale dipendente assunto con contratto a tempo indeterminato. Il nome “cuneo fiscale” fa riferimento ad un più ampio progetto del Legislatore, volto ad aumentare la competitività del nostro sistema produttivo attraverso, appunto, la riduzione del cuneo fiscale e contributivo, ovvero del “gap” tra il costo del lavoro a carico dell’azienda e la retribuzione netta percepita dal lavoratore. A tal fine l’art. 11 del Decreto IRAP, così come modificato dalla Legge Finanziaria per il 2007, apporta una deroga alla disciplina IRAP, in base alla quale vige in generale  il principio dell’indeducibilità del costo del lavoro. Modifiche apportate all’art. 11 del Decreto IRAP
Al comma 1 lettera a) dell’art. 11 del Decreto IRAP sono state aggiunti i numeri 2) 3) e 4) sulla base dei quali vengono introdotte alcune nuove deduzioni, da portare in diminuzione della base imponibile IRAP, che vengono di seguito e...

Leggi dopo