Bussola

Domicilio fiscale

Sommario

Inquadramento | Domicilio fiscale e Imposte addizionale regionale e comunale all’IRPEF | Domicilio fiscale e notifica degli atti tributari | Il domicilio del fallito | Modello per la comunicazione dei dati | Riferimenti |

 

Secondo l’art. 58 del D.P.R. 600/1973, il domicilio fiscale viene identificato: per le persone fisiche  residenti in Italia, nel comune in cui risiedono; per le persone fisiche non residenti in Italia, nel comune in cui si è prodotto il reddito o, se il reddito è prodotto in più comuni, nel comune in cui si è prodotto il reddito più elevato; i cittadini italiani che risiedono all’estero hanno il domicilio fiscale nel comune italiano di ultima residenza; per i soggetti diversi dalle persone fisiche, nel comune in cui si trova la loro sede legale o, in mancanza, la sede amministrativa, la sede secondaria o una stabile organizzazione, oppure nel comune in cui esercitano prevalentemente la loro attività.   Variazione del domicilio fiscale Tuttavia, è possibile stabilire il domicilio fiscale in un luogo diverso da quello previsto dalla normativa, come sopra specificato. In particolare, la variazione del domicilio fiscale può avvenire all'interno dello Stato italiano, oppure dallo Stato all'estero (o viceversa). Ancora, può accadere che l’Amministrazione finanziaria, tramite provvedimento motivato e notificato alla persona interessata, in deroga a quanto disposto dell’articolo 58, stabilisca il domicilio fiscale del soggetto nel comune dove lo stesso svolge l’attività principale in ...

Leggi dopo