Bussola

Finanziamento dei soci

19 Dicembre 2017 | ,

Sommario

Inquadramento | Versamenti a titolo di finanziamento | Aspetti contabili | Aspetti fiscali | Comunicazione finanziamenti/apporti alla società | Riferimenti |

 

I finanziamenti che i soci erogano nei confronti della società rappresentano uno strumento utile per dotare la società delle risorse finanziarie necessarie allo svolgimento dell’attività d’impresa ed al raggiungimento dello scopo sociale, senza tuttavia ricorrere ad una formale e laboriosa procedura di aumento del capitale sociale. Secondo l’IRDCEC, infatti, il motivo per cui si ricorre a tale strumento è quello di contrastare il fenomeno della sottocapitalizzazione dell’impresa, soprattutto in periodi di crisi economica; tuttavia Assonime raccomanda la presenza di limitazioni nell’utilizzo dei finanziamenti da parte dei soci al fine di evitare che questa prassi societaria possa creare dei pregiudizi nei confronti degli altri creditori sociali.  Nel Codice Civile si fa riferimento ai finanziamenti dei soci negli artt. 2467 e 2483 c.c., disposizioni dettate specificatamente per le società a responsabilità limitata (S.r.l.); tuttavia, autorevole dottrina prevede l’applicabilità delle richiamate norme anche alle società per azioni solo quando le dimensioni di tali società siano assimilabili ad una realtà d’impresa come quella delle S.r.l. (piccole/medie dimensioni con ristretta base sociale). Per le S.p.a. il legislatore ha dettato l’art. 2497-quinquies c.c., in materia di attivi...

Leggi dopo