Bussola

Giochi e spettacoli

Sommario

Distinzione tra “attività di intrattenimento” ed “attività di spettacolo” | Aspetti fiscali degli intrattenimenti e spettacoli | Attività di intrattenimento e relativa “imposta sugli intrattenimenti” | Base imponibile “imposta sugli intrattenimenti” | Aliquote “imposta sugli intrattenimenti” | Regime IVA applicabile per le attività di intrattenimento | Riferimenti |

 

Attività di spettacolo – Classificazione delle attività – Tabella “C” del D.P.R. n. 633/1972 Per verificare se un’attività può essere classificata come “spettacolo” bisogna fare riferimento alle attività elencate nella Tabella C allegata al D.P.R. n. 633/1972, denominata “spettacoli ed altre attività”, ove vi rientrano: spettacoli cinematografici e misti di cinema e avanspettacolo, comunque e ovunque dati al pubblico anche se in circoli e sale private; spettacoli sportivi, di ogni genere, ovunque si svolgano; esecuzioni musicali di qualsiasi genere esclusi i concerti vocali e strumentali, anche se effettuate in discoteche e sale da ballo, qualora l'esecuzione di musica dal vivo sia di durata pari o superiore al 50% dell'orario complessivo di apertura al pubblico dell'esercizio, escluse quelle effettuate a mezzo elettrogrammofoni a gettone o a moneta o di apparecchiature similari a gettoni o a moneta; lezioni di ballo collettive; corsi mascherati e in costume, rievocazioni storiche, giostre e manifestazioni similari; spettacoli teatrali di qualsiasi tipo, compresi balletto, opere liriche, prosa, operetta, commedia musicale, rivista; concerti vocali strumentali, attività circensi e dello spettacolo viaggiante, spettacoli di burattini e marionette ovunque tenuti; mostre e fiere c...

Leggi dopo