Bussola

Giornali e riviste

29 Gennaio 2016 |

Sommario

Introduzione | Determinazione dell’imposta | Beni ceduti insieme a giornali e libri | Registrazione e altri adempimenti contabili | Riferimenti |

 

L'IVA è un’imposta sui consumi con caratteristiche di un tributo "plurifase" applicato sul valore aggiunto, dove trova nel consumatore finale l'unico effettivo soggetto sul quale grava l’imposta (contribuente di fatto). Gli adempimenti contabili ed il relativo versamento all'Erario, fanno capo a tutti gli altri soggetti (contribuenti di diritto) i quali, nella qualità di imprenditori, artisti o professionisti, titolari di partita Iva, partecipano a una sola fase del processo di produzione e di commercializzazione del prodotto o del servizio destinato al consumo.   L’art. 74 del D.P.R. n. 633/1972 prevede per il settore dell’Editoria, contrariamente alla regola generale, che l’IVA si applica con il sistema “monofase”, individuando come contribuente di fatto sempre il consumatore finale, ma come contribuente di diritto solo il primo soggetto che partecipa al processo economico di produzione-commercializzazione.   Si precisa che rientrano nel regime di “monofase” anche altre attività economiche, quali il commercio dei sali e tabacchi, il commercio di fiammiferi, le prestazioni dei gestori di telefoni e la vendita al pubblico di biglietti per il trasporto pubblico urbano di persone.   L’art. 6 del D.Lgs. n. 313/1997, stabilisce che il regime speciale è applicabile a condizione che...

Leggi dopo