Bussola

Immobili tenuti a disposizione

Visualizzazione ZEN

Sommario

Inquadramento | Definizione | Esclusioni | Indicazione nel modello Unico | Riferimenti |

 

L’art. 1 co. 717 della L. 147/2013, il quale, andando a modificare l’art. 9, co. 9 del D. Lgs n.23/2011, stabilisce che: “fermo restando quanto previsto dai periodi precedenti, il reddito degli immobili ad uso abitativo non locati situati nello stesso comune nel quale si trova l'immobile adibito ad abitazione principale, assoggettati all'imposta municipale propria, concorre alla formazione della base imponibile dell'imposta sul reddito delle persone fisiche e delle relative addizionali nella misura del cinquanta per cento”. Viene in questo modo apportata una modifica sostanziale alla tassazione fondiaria rispetto al 2012, in quanto viene reintrodotta la tassazione Irpef sul 50 % della rendita catastale, già a partire dal 2013 per gli immobili abitativi non locati situati nello stesso comune nel quale si trova l’abitazione principale del possessore. Sostanzialmente, la norma comporta la tassazione di metà della rendita catastale, ma solo per le abitazioni sfitte ubicate nello stesso comune in cui il possessore ha la propria abitazione principale, non interessando, quindi, le case di villeggiatura.

Leggi dopo