Bussola

Imposta sostitutiva sulla rivalutazione del TFR

09 Settembre 2015 |

Sommario

Rivalutazione del Tfr | Calcolo della prima rata e del saldo | Calcolo del saldo | Modalità e tempistica del versamento | TFR trasferito all’Inps | Misure compensative per le imprese | Riferimenti |

 

Al 31 dicembre di ogni anno il fondo Tfr accantonato (escluse le quote maturate nell’anno stesso) deve essere rivalutato in base ad un coefficiente, e la rivalutazione va effettuata, in alternativa, al termine di ciascuno anno o al momento della cessazione del rapporto di lavoro. Il coefficiente di rivalutazione è composto da: un tasso fisso dell’1,50%; un tasso variabile pari al 75% dell’aumento, rispetto al mese di dicembre dell’anno precedente, dell’indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati. Nel caso di cessazione del rapporto di lavoro l’indice di riferimento è quello del mese in cui è avvenuta l’interruzione.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >