Bussola

IMU

Sommario

Inquadramento | Decorrenza dell'IMU (o IMUP) | Presupposto dell’IMU (o IMUP) | Soggetti passivi | Tipologie di immobili soggette al tributo | Base imponibile | Detrazioni per abitazione principale e relative pertinenze ante e post riforma IMU L. 27 dicembre 2013, n. 147 | Determinazione dell’imposta | Variazioni aliquote e detrazioni | Termini e modalità ordinarie di versamento dell’IMU | La c.d. Mini-IMU | Trattamento fiscale e contabile | Attività di controllo, accertamento, riscossione e rimborsi | Sanzioni e ravvedimento operoso | Contenzioso e strumenti deflativi | Riferimenti |

 

L’Imposta municipale è stata istituita con il D.Lgs. 14 marzo 2011, n. 23 (cd. "decreto sul federalismo municipale") attuativo della più ampia "Delega al governo in materia di federalismo fiscale, in attuazione dell’art. 119 della Costituzione" di cui alla Legge 5 maggio 2009, n. 42 (cd. “federalismo fiscale”).   In particolare, il D.Lgs. n. 23/2011 ha previsto due tipologie di imposte municipali, ovvero: l’imposta municipale unica propria (c.d. IMU o IMUP) di cui agli artt. 8, 9 e 14 e l'imposta municipale unica secondaria (c.d. IMUS) di cui all’art. 11.   L'imposta municipale unica secondaria (IMUS), la cui decorrenza era prevista, in un primom momento, per il 1° gennaio 2014, poi posticipata al 2016, doveva andare a sostituire la TOSAP (Tassa Occupazione Spazi Aree Pubbliche), l’imposta comunale sulla pubblicità, i diritti sulle pubbliche affissioni, ma che in realtà non è mai entrata in vigore in quanto l’art. 1 c. 25 L. 208/2015 (Legge di stabilità 2016) l’ha abrogata.   Con riferimento all’IMU, il cui presupposto è il possesso di immobili situati nel territorio dello Stato, l’originaria entrata in vigore prevista anch’essa per l’anno 2014 è stata anticipata.

Leggi dopo