Bussola

IRAP

Sommario

Inquadramento e caratteristiche principali | Soggetti passivi | Base imponibile | Determinazione del valore della produzione netta per società di persone e imprese individuali | Determinazione del valore della produzione netta per le banche, altri enti e società finanziarie | Determinazione de valore della produzione netta delle imprese di assicurazione | Determinazione del valore della produzione netta per persone fisiche e società semplici | Determinazione del valore della produzione netta per produttori agricoli | Determinazione del valore della produzione netta di enti privati non commerciali | Trattamento Fiscale e Contabile | Riferimenti |

 

  L’art. 3, commi da 143 a 149 e 151, della Legge 23 dicembre 1996, n. 662, ha delegato il Governo ad introdurre nel nostro ordinamento l’Imposta regionale sulle attività produttive – IRAP – che è in vigore dal 1° gennaio 1998 a seguito dell’emanazione del D.Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446, da ora in poi “Decreto IRAP”. Gli obiettivi perseguiti dal Legislatore con l’introduzione dell’IRAP riguardano prevalentemente l’avvio del decentramento fiscale, trattasi infatti di un’imposta regionale, oltre che obiettivi di semplificazione e razionalizzazione degli adempimenti dei contribuenti, riduzione del costo del lavoro per il complesso dell’economia e del prelievo complessivo che grava sui redditi dalavoro autonomo e di  impresa  minore. Con l’entrata in vigore dell’Irap sono stati soppressi i seguenti tributi: Contributi per il Servizio sanitario nazionale;   ILOR - Imposta locale sui redditi, ICIAP - Imposta comunale per l'esercizio di imprese e di arti e professioni;  Tassa sulla concessione governativa per l'attribuzione del numero di partita IVA Imposta sul patrimonio netto delle imprese.   Caratteristiche principali dell’IRAP   Presupposto impositivo dell’IRAP, ai sensi dell’art. 2 del Decreto IRAP è: l’esercizio abituale di un’attività autonomamente organizzata diretta alla pr...

Leggi dopo