Bussola

IVA comunitaria

Sommario

Introduzione | Scambi comunitari: regola generale e regime provvisorio | Acquisti Intracomunitari | Cessioni Intracomunitarie non imponibili | Novità introdotte dal primo gennaio 2013: momento di effettuazione delle cessioni e degli acquisti intracomunitari | Scritture contabili | Riferimenti |

 

Nell’ambito del progetto di unificazione europea immaginato dai paesi firmatari in origine (Roma 1957), il Trattato istitutivo della Comunità economica europea – CEE - (poi Comunità europea – CE, ora Unione europea - UE), l’idea era quella di creare un mercato unico ove, potessero liberamente circolare beni, servizi, persone e capitali. Il 1 gennaio 1993 segna un passo decisivo in questa direzione infatti, vengono abolite le dogane interne e vengono introdotte nuove regole, ma soprattutto regole comuni a tutti gli stati facenti parte della comunità europea, al fine di regolamentare gli scambi intracomunitari. In evidenza: Dal primo gennaio 1993, la terminologia “IMPORTAZIONI” ed “ESPORTAZIONI” viene unicamente utilizzata con riferimento agli scambi extracomunitari. Il controllo statistico nonché quello fiscale, relativamente agli scambi intracomunitari, si effettua mediante rilevazioni informatiche e  attraverso l’acquisizione degli elenchi INTRASTAT, e, non più, come accadeva in passato, alla frontiera.

Leggi dopo