Bussola

IVA in edilizia

19 Febbraio 2015 |

Sommario

Cessioni di immobili civili | Locazioni di immobili civili | Cessioni di immobili strumentali | Locazioni di immobili strumentali | Quadro sinottico del trattamento IVA degli immobili | Trattamento contabile - esempi nelle locazioni di immobili abitativi | Trattamento contabile - esempi nelle locazioni di immobili strumentali | Riferimenti |

 

A seguito delle predette modifiche sia il costruttore che il ristrutturatore del fabbricato abitativo può applicare l’IVA sulla cessione degli stessi anche decorsi 5 anni dalla fine dei lavori. Più specificatamente il nuovo art. 10 n. 8-bis del D.P.R. 633/1972 prevede, che siano imponibili ad IVA le cessioni di unità immobiliari a destinazione abitativa eseguite: dalle imprese costruttrici; da quelle vi hanno eseguito anche tramite imprese appaltatrici, gli interventi di restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia e ristrutturazione urbanistica di cui, rispettivamente, all’art. 3, c. 1, lett. c), d) ed f) del D.P.R. 380/2001; entro 5 anni dalla data di ultimazione della costruzione o dell’intervento. Alternativamente, anche decorso il quinquennio è possibile assoggettare ad IVA la cessione a condizione che nel relativo atto il cedente abbia espressamente manifestato l’opzione per l’imposizione.

Leggi dopo