Bussola

IVA nelle locazioni di immobili strumentali

15 Ottobre 2015 |

Sommario

Inquadramento | Regime fiscale delle locazioni di fabbricati strumentali | Decorrenza della nuova disciplina e modalità di esercizio dell’opzione | Contratti in corso di esecuzione – esercizio dell’opzione | Imposta di registro | Separazione dell’attività | Riferimenti |

 

L’ art. 9 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito dalla legge 7 agosto 2012, n. 134 (in seguito, “decreto-legge n. 83 del 2012”), ha modificato la disciplina IVA delle locazioni e delle cessioni di fabbricati prevista dall’art. 10, primo comma, nn. 8), 8-bis) e 8-ter), del D.P.R. n. 26 ottobre 1972, n. 633, ampliando le ipotesi in cui le cessioni e le locazioni di immobili – in linea di principio, esenti da IVA – sono assoggettabili ad imposta, ed ha eliminato le ipotesi di imponibilità obbligatoria per le cessioni e le locazioni di immobili strumentali effettuate nei confronti di cessionari e conduttori privi del diritto a detrazione o con pro-rata di detraibilità pari o inferiore al 25%. La disciplina IVA delle operazioni relative al settore immobiliare è stata, peraltro, precedentemente novellata dall’art. 57, comma 1, lett. a), del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito con modificazioni dalla legge 24 marzo 2012, n. 27 che ha introdotto, a decorrere dal 24 gennaio 2012, una fattispecie di imponibilità ad IVA opzionale in relazione alle locazioni e cessioni di fabbricati di civile abitazione destinati ad “alloggi sociali” (come definiti dal decreto del Ministro delle infrastrutture, di concerto con il Ministro della solidarietà sociale, il Ministro del...

Leggi dopo