Bussola

Lavori in corso su ordinazione

Visualizzazione ZEN

Sommario

Introduzione | Classificazione civilistica | La valutazione | Scelta del criterio di valutazione | Trattamento Contabile | Trattamento fiscale | Novità fiscali | Il nuovo OIC 23 | Riferimenti |

 

I lavori in corso su ordinazione sono espressione delle cosiddette commesse a lungo termine e si riferiscono alle opere, le forniture e i servizi di durata ultrannuale in cui l’azienda produttrice è impegnata per periodi superiori ai dodici mesi in esecuzione di commesse affidate, generalmente, mediante contratti di appalto ovvero vendita di cosa futura, relativi alla realizzazione di grandi opere: edifici e grandi opere quali ponti, strade, trafori, dighe, ecc. Esse sono caratterizzate da: Pluriennalità; Progressione nell’avanzamento dei lavori (SAL – Stati di Avanzamento dei Lavori); Sistemi di contabilizzazione alternativa (Commessa completata o Percentuale di completamento con ripartizione del Ricavo dell’opera tra i vari esercizi). Dal punto di vista contabile sono rimanenze finali alla fine dell’esercizio e rimanenze iniziali all’inizio dell’esercizio successivo.
Il criterio di valutazione delle rimanenze di lavori in corso su ordinazione è particolarmente importante, perché influenza in modo sostanziale e consistente il momento storico in cui viene rilevato il reddito connesso al prodotto su ordinazione. Si pensi ad esempio ad un’impresa che deve realizzare un bene che coinvolge più di un esercizio. In questo caso accade che, in ciascun esercizio in cui il bene è i...

Leggi dopo