Bussola

LUL

27 Ottobre 2015 |

Sommario

Introduzione | Soggetti/Aziende obbligati ed esclusi alla tenuta del LUL | I soggetti/lavoratori che debbono essere iscritti nel LUL | I dati da registrare nel LUL | Soggetti abilitati alla tenuta del LUL | Modalità di tenuta del LUL | Regime sanzionatorio | Omesse registrazioni sul LUL | Infedeli registrazioni sul LUL | Tardiva o mancata consegna del LUL | Riferimenti |

 

L’entrata in vigore del D.M. 9 luglio 2008 ha reso pienamente operativo il Libro Unico del Lavoro (LUL) introdotto dal D.L. n. 112/2008 convertito con modificazioni in Legge n. 133/2008, rendendolo obbligatorio dal mese di gennaio 2009. Il datore di lavoro privato deve istituire il LUL ed iscrivervi i propri lavoratori subordinati, i collaboratori coordinati e continuativi e gli associati in partecipazione che prestino la propria attività lavorativa. Il LUL è il documento ufficiale che attesta, al lavoratore, agli organi di vigilanza e al datore di lavoro stesso, lo stato dell’attività dell’azienda e permette il controllo dei dati occupazionali dell'impresa. Il LUL, unico e solo documento, anche in presenza di sedi distaccate e di più posizioni amministrative, deve essere istituito entro la fine del mese successivo dalla data di assunzione del primo lavoratore. Tutti i datori di lavoro, ad eccezione di quello domestico, sono obbligati all’istituzione e alla tenuta del LUL, indipendentemente dal settore di appartenenza, dall’attività svolta o dalla natura imprenditoriale, ferma restando la dovuta eccezione, in sostituzione dei Libri matricola e paga.
In relazione a particolari tipologie di lavoro, la legge e le circolari ministeriali hanno provveduto a chiarire alcuni aspe...

Leggi dopo