Bussola

Nolo e Noleggio

Sommario

Inquadramento | Gli obblighi delle parti | Il nolo a caldo | I vantaggi | Aspetti fiscali | Esempio | Riferimenti |

 

  Nel nostro ordinamento, l'unica definizione legislativa del contratto di noleggio la possiamo rinvenire nel R.D. 30 marzo 1942, n. 327 (Codice della navigazione), dove all’art. 384 viene stabilito che “il noleggio è il contratto per il quale l’armatore, in corrispettivo del nolo pattuito, si obbliga a compiere con una nave determinata uno o più viaggi prestabiliti, ovvero, entro il periodo di tempo convenuto, i viaggi ordinati dal noleggiatore alle condizioni stabilite dal contratto o dagli usi”.   Quindi, sostanzialmente, il noleggio è un contratto che affonda le proprie radici nel contratto di trasporto nell’ambito della navigazione, piuttosto che in quello di appalto di servizi, non ponendosi l’obiettivo di concedere il mero “godimento” dalla cosa.     Tuttavia, tale termine si è esteso, in pratica, ad ogni rapporto che prevede un corrispettivo per l'uso temporaneo di un bene, anche se non suscettibile di trasporto.  Infatti, nella pratica comune, vengono utilizzate alcune espressioni, quali “noleggiare un'automobile”, “noleggiare una macchina operatrice”, “noleggiare un film”, quasi impropriamente, visto la genesi del contratto di noleggio.   Difatti, non essendo regolato specificatamente dal codice civile, per il contratto di noleggio si fa, riferimento al rapporto giur...

Leggi dopo