Bussola

Nuove iniziative produttive

26 Agosto 2014 |

Sommario

Introduzione | Comunicazione | Condizioni di accesso | Contemporaneo esercizio di più attività | Agevolazioni | Cessazione | Rapporti con il regime dei minimi | Aspetti fiscali | Riferimenti |

 

  Al fine di consentire la graduale sostituzione di tutti i regimi di favore in vigore per le piccole attività economiche con il nuovo regime forfetario, il legislatore, con la legge di stabilità 2015, ha previsto che, a decorrere dal 1° gennaio 2015 (data di entrata in vigore del nuovo regime), fossero abrogati: il regime delle le nuove attività produttive il regime fiscale di vantaggio, in vigore dal 1° gennaio 2012, che aveva assorbito il regime dei contribuenti minimi il regime contabile agevolato.   Questo particolare regime fiscale è stato introdotto con la Legge n. 388/2000, meglio conosciuta come la “Finanziaria 2001”, e prevede semplificazioni di natura contabile e fiscale destinate esclusivamente a persone fisiche che vogliono iniziare una nuova attività, o di lavoro autonomo oppure in forma di impresa. Tale disposizione è applicabile ancorché l’attività sia esercitata sotto forma di impresa familiare, disciplinata dall’art. 230-bis,c.c. Questi soggetti possono avvalersi di un regime fiscale agevolato, che prevede il pagamento di un’imposta sostitutiva dell’IRPEF pari al 10% del reddito da lavoro autonomo o d’impresa, per 3 esercizi consecutivi, cioè quello in cui l’attività è iniziata e nei due successivi. Sono, esclusi dal regime di vantaggio le seguenti categorie:...

Leggi dopo