Bussola

Plafond fisso

Sommario

Inquadramento | Momento di utilizzo | Beni e sevizi acquistabili | Acquisti in sospensione d’imposta | Il plafond fisso | Lo splafonamento | Dichiarazione IVA | Riferimenti |

 

  Il soggetto passivo IVA che effettua esportazioni intra o extra comunitarie non applica l'IVA su di esse. Per questo motivo, se un soggetto passivo IVA effettua in maniera esclusiva o prevalente operazioni di esportazione si può trovare nella situazione in cui: non applica l'IVA sulla gran parte delle vendite (poiché l'imposta non si applica alle esportazioni); può detrarre l'IVA pagata sugli acquisti (considerando le norme che regolano la detraibilità oggettiva e soggettiva dell'IVA).   L'IVA viene ovviamente liquidata come differenza tra l'IVA sulle vendite (IVA a debito) e IVA sugli acquisti (IVA a credito); di conseguenza, se l'IVA sugli acquisti supera l'IVA sulle vendite il soggetto avrà un credito verso l'erario, e dato che coloro che effettuato prevalentemente operazioni di esportazione non applicano l'IVA su di esse, tali soggetti rischierebbero di trovarsi sempre con un credito IVA verso l'erario.     Per questo motivo tali soggetti, detti esportatori abituali, possono effettuare acquisti di beni e servizi o importazioni senza pagare l'IVA entro un determinato limite, detto appunto plafond IVA.   Tale agevolazione è prevista solo se si rispettano determinate condizioni: bisogna essere considerati esportatori abituali; bisogna fare attenzione alle operazioni che con...

Leggi dopo