Bussola

POS professionisti

17 Ottobre 2016 |

Sommario

Inquadramento | Quadro applicativo | Sistema sanzionatorio | Riferimenti |

 

L'introduzione del POS, volta al fine di contrastare l’evasione e di adeguare l’Italia all’Eurozona, è stata oggetto di molte contestazioni da parte dei soggetti interessati che contestano il fatto che si vedranno addebitati ulteriori costi legati al canone bancario dei suddetti dispositivi resi obbligatori anche per importi che risultano veramente esigui.   Il regolamento prevede infatti che per i pagamenti superiori ai 30 euro scatti l’obbligo di effettuare l’operazione tramite POS non essendo possibile accettare contante.L’obbligatorietà del dispositivo precedentemente prevista obbligatoria solo per gli esercenti che nell’anno precedente avevano un fatturato superiore ad euro 200.000,00, grazie al susseguirsi di varie proroghe è divenuta definitiva solo a decorrere dal 30 giugno 2014 per tutti gli esercenti senza alcuna soglia di fatturato di esclusione. Importanti previsioni sanzionatorie sono state previste con il Disegno di Legge 1747 del 22 gennaio 2015, presentato in Senato il 10 marzo 2015, per gli esercenti arti e professioni che a tutt’oggi non si sono ancora dotati di dispositivi POS. In particolare, infatti, la sanzione varia da euro 500,00 a euro 1.000,00 euro qualora il soggetto che ha subito la contestazione non si adegui entro 30gg dal rilievo effettuato dalla...

Leggi dopo