Bussola

Privacy

03 Aprile 2019 |

Sommario

Inquadramento | Ambito soggettivo ed oggettivo | Titolare del trattamento e responsabile | Il responsabile per la protezione dei dati (RPD o DPO) | Consenso al trattamento e diritti dell'interessato | Regole generali per il trattamento dei dati | Registro dei trattamenti | Misure di sicurezza e informativa | Notificazione delle violazioni dei dati personali | Cessazione del trattamento | Tutela dell'interessato e sanzioni | Definizione agevolata delle sanzioni | La Privacy negli studi professionali | Riferimenti |

 

L’entrata in vigore del Regolamento 2016/679 (Regolamento GDPR - General Data Protection Regulation) ha comportato un notevole cambiamento in materia di Privacy e di trattamento dati.   Il Regolamento, infatti, introduce nuove norme finalizzate alla protezione dei diritti e delle libertà fondamentali delle persone fisiche relativamente ai dati personali.   Tale provvedimento, pur essendo direttamente applicabile nei paesi dell’UE senza necessità di recepimento, ha previsto in ogni caso l’intervento da parte del legislatore italiano, il quale è voluto intervenire per cercare di agevolare il passaggio da quanto veniva disposto precedentemente dal Codice della Privacy, a quello che viene disposto con il GDPR, eliminando, da un lato, quelle disposizioni del Codice che non potevano essere più considerate valide alla luce delle nuove disposizioni e dall’altro, mantenendo applicabili quelle che invece vengono ancora riprese dallo stesso Regolamento.   A tal proposito, stato emanato il D.lgs. n. 101/2018, le cui disposizioni sono entrate in vigore il 19 settembre 2018, successivamente, quindi al Gdpr. Proprio per tale motivo, il Legislatore all’art. 22 ha previsto, relativamente all’applicazione delle sanzioni, che il Garante Privacy tenga presente nell’irrogazione delle penalità di q...

Leggi dopo