Bussola

Pro-rata di detraibilità IVA

Sommario

Nozione | Operazioni escluse | Separazione delle attività | Beni ammortizzabili | Trattamento contabile | Riferimenti |

 

  Così come previsto dall’art. 19, comma 5, D.P.R. 633/72, i soggetti che esercitano un’attività che dà luogo sia ad operazioni imponibili, per le quali è previsto il diritto alla detrazione dell’IVA sugli acquisti, sia ad operazioni esenti, per le quali, invece, non è previsto il diritto alla detrazione dell’IVA sugli acquisti, devono determinare, ai sensi del successivo art. 19-bis, il cosiddetto pro-rata generale di detraibilità. Esso rappresenta una percentuale da applicare al totale dell’IVA sugli acquisti che, determina l’ammontare di imposta detraibile. Il calcolo di tale percentuale viene effettuato annualmente sulla base di un rapporto che include:   al numeratore: il totale delle operazioni attive imponibili o assimilate alle imponibili, effettuate nell’anno;   al denominatore: il totale delle operazioni attive imponibili o assimilate alle imponibili + il totale delle operazioni esenti, effettuate nell’anno.   PD = pro-rata di detraibilità OI = operazioni imponibili OA = operazioni assimilate alle operazioni imponibili OE = operazioni esenti     In evidenza: concetto delle "operazioni effettuate" Poiché l’art. 19-bis, ai fini del calcolo del pro-rata, fa riferimento alle operazioni effettuate occorre in tal senso  considerare quanto disposto dall’art. D.P.R. 633/72. ...

Leggi dopo