Bussola

Provvigioni

30 Luglio 2015 |

Sommario

Inquadramento | Requisiti per la stipula del contratto | Diritti e doveri per entrambe le parti | Durata | Diritto alla provvigione degli agenti all’estero (Ue ed Extra ue) | Contratti di agenzia internazionali | Le sentenze in materia | Riferimenti |

 

Il termine provvigione indica il compenso percentuale corrisposto all’intermediario di un affare, in corrispondenza dei risultati raggiunti e del profitto conseguito dal datore di lavoro. Per questo motivo il diritto dell’agente alla provvigione sorge con la conclusione del contratto e matura con l’esecuzione da parte del solo preponente o, nel caso di mancata esecuzione da parte di quest’ultimo, con lo spirare del termine entro cui lo stesso avrebbe dovuto eseguire il contratto con il terzo. Sul punto, si osserva che il Legislatore contempla la possibilità delle parti di pattuire che il diritto alla provvigione maturi con la regolare esecuzione da parte dei due contraenti (cd. buon fine), non più tardi comunque del momento in cui il cliente ha eseguito o avrebbe dovuto eseguire la prestazione. Tuttavia analizzando tale tematica sotto l’aspetto giuridico - economico, ci si può riferire al contratto di agenzia disciplinato dall’art. 1742 e seguenti del codice civile.
Con il contratto di agenzia una parte assume durevolmente l’incarico di promuovere, per conto dell’altra, verso retribuzione, la conclusione di contratti in una zona determinata. Il contratto deve essere provato per iscritto, e ognuna delle parti ha diritto di ottenere dall’altra un documento sottoscritto dal...

Leggi dopo