Bussola

Rimborso mancata deduzione IRAP

Sommario

Introduzione | I presupposti e il calcolo della deduzione | L’importo da chiedere a rimborso | Modalità e termini per l’invio | I tempi per il rimborso | Esempio | Trattamento contabile | Riferimenti |

 

A partire dalle prossime dichiarazioni dei redditi per il periodo di imposta 2012, l’art. 2, comma 1, del D.L. n. 201/2011, convertito dalla Legge n. 214/2011, consente la deducibilità, ai fini delle imposte sui redditi (Irpef/Ires), dell’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP), relativa alla quota delle spese per il personale dipendente ed assimilato, al netto delle deduzioni spettanti ai sensi dell’art. 11 del D.Lgs. n. 446/1997. Per evitare eventuali provvedimenti di incostituzionalità della disciplina di deducibilità della quota IRAP riferibile al costo del lavoro, il legislatore, con l’art. 4, comma 12 del D.L. n. 16/2012, ha introdotto il comma 1-quater all’art. 2 del D.L. n. 201/2011, il quale prevede che anche per i periodi di imposta precedenti al 2012 è possibile recuperare la suddetta deduzione, in riferimento ai versamenti delle imposte sul reddito effettuati dal 28 dicembre 2007 al 28 dicembre 2011. Il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 17 dicembre 2012, infatti, ricorda che, ai sensi dell’articolo 38 del D.P.R. n. 602/1973, l’istanza di rimborso è presentata, in generale, entro 48 mesi dalla data del versamento, oppure entro 60 giorni dalla data di attivazione della procedura telematica che ne consente l’invio, quando i...

Leggi dopo