Bussola

Risconti

12 Dicembre 2017 |

Sommario

Introduzione | | I ristorni (esempi) | Determinazione della quota di competenza | Informazioni della Nota Integrativa | Aspetti fiscali | Riferimenti |

 

Il principio contabile OIC n.18  è intervenuto per disciplinare i criteri per la rilevazione, classificazione e valutazione dei ratei e risconti. Lo stesso principio ho riepilogato le informazioni da presentare nella nota integrativa. In sede di scrittura di rilevazione del risconto va identificato il valore di costo o di ricavo inscritto nel conto economico che sarà oggetto di contropartita in rettifica al termine dell’esercizio. Attraverso tale rettifica il valore economico originario verrà riportato al solo quello di competenza dell’esercizio.  In particolare l’OIC definisce:    Pertanto, I risconti attivi rappresentano la quota parte dei costi rinviata ad uno o più esercizi successivi, mentre  i risconti passivi rappresentano la quota parte dei proventi rinviata ad uno o più esercizi successivi.   Rappresentazione in bilancio La rappresentazione in bilancio è prevista dall’art. 2424 c.c. prevede che:   Tale criterio risponde al principio della competenza prescritto nella redazione del bilancio dell’esercizio e anche ai criteri di determinazione del risultato fiscale imponibile ai fini delle imposte sui redditi.   Bilancio in forma abbreviata (art. 2435-bis c.c.) e bilancio delle micro-imprese (art. 2435-ter c.c.) Ai sensi dell’art. 2435-bis c.c. nel bilancio in forma ...

Leggi dopo